venerdì 10 settembre 2010

Siamo tutte scambiste!

Se le cose belle sono da condividere, non potevo tacere sul vizio che mi tiene prigioniera...non è una cosa di sesso (nooooo!!!), non è una cosa di alcool (anch
e se una bella rubrica enologica non guasterebbe), non è una cosa di cibo (con tutti i chili che ho da smaltire mangio senza godere), ma è una cosa di ...vestiti!

Succede così: con le amiche fidate, simpatiche e vicine di taglia, ci si trova a scadenza assolutamente irregolare e casuale per mangiare una pizza a casa di qualcuno. Poi si sparecchia. Poi ci si guarda. Poi ci si china verso la borsina (shopper, sacchetto, borsa blu dell'ikea...dipende) e si estrae un pezzo: "ragazze, guardate qua: chi vuole questa magliettina? l'ho presa un anno (un mese, un giorno, prima della gravidanza, mentre allattavo) e non mi va più...". il pezzo viene steso sul tavolo e a seconda del suo appeal si scatenano queste reazioni:
- il pezzo è brutto, o troppo liso: giace inerte sul tavolo. Nessuno lo sfiora, attendiamo il secondo
- il pezzo è interessante: una timida manina lo prende, lo rigira...qualcuno dice "secondo me ti sta bene", poco convinta, ma ancora interessata lo si appoggia addosso e poi con un sorriso "non lo vuole nessuno questo? allora è mio!"
- il pezzo è molto interessante: a volte non riesce ad arrivare sul tavolo; mani rapaci lo strappano dalla proprietaria, mentre lo sta estraendo dal sacchetto. "E' MIO!!!L'HO VISTO IO!!!!"incomincia la lotta: prima solo verbale: sta meglio a me, è il mio colore, tu non hai tette, tu hai troppe tette, non è il tuo stile, mi serve per il lavoro, mi è sempre piaciuto...Se le parole non bastano (e quasi sempre non bastano) si passa ai fatti: la gara/sfilata. Le contendenti devono provare il capo in questione e sfilare con il medesimo, a quel punto, se il giudizio dello specchio non basta a estromettersi dalla competizione, ci si affida al giudizio di tutte le altre, rischiando, così, a volte, di compromettere storiche amicizie.
- il pezzo fa cagare: è bruttissimo, è un residuo degli anni 80, ha fantasie improponibile, lunghezze impensabili, è strettissimo oppure larghissimo, ha tessuti che solo a toccarli ti fanno grattare. Qui inizia in primis lo sfottio della proprietaria "Ma cosa ti mettevi? ma fa schifo? ma che vergogna!ma davvero l'hai comprato?" poi si sceglie una e la si obbliga ad indossare il pezzo, per poi farla sfilare e di nuovo insultare la proprietaria.

così via, fra chiacchiere, qualche bicchierino, molte risate...un toccasana per l'armadio e per rispolverare vecchie amicizie!

5 commenti:

  1. ahahhaha
    aspetta che mi riprendo!!!!

    RispondiElimina
  2. è meraviglioso... voglio partecipare!!!!

    RispondiElimina
  3. venghino siore e siori! la prossima volta vi invito tutte!!!

    RispondiElimina

Che te ne pare? Ne parliamo un po'?

Lettori fissi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I miei cuccioli...

Lilypie Second Birthday tickers

ho perso il contoooo!!!