mercoledì 23 novembre 2011

Io e le mie fisse. Per la rubrica pensieri sparsi senza un perchè

Avete anche voi le idee fisse? No, non dico quelle paranoiche vere, quelle da disturbo ossessivo-compulsivo, intendo quell'ideuzza che si scava un varco nei pochi neuroni, come un vermino nella mela, e poi pian piano si diffonde e diventa il vostro unico pensiero e pensate che finchè non avrete sistemato quella cosa non sarete mai davvero pienamente felici...Come dite? E' questa la paranoia vera? Ops, allora ci sono dentro in pieno! 
il fatto è che puntualmente ogni anno, osservo la mia casa e decreto che urgono dei cambiamenti. Se fossi distesa su un lettino da psicologo probabilmente addurrei la responsabilità di questo a mia madre. La mia mamma insegnava e aveva il giorno libero. Il giorno libero. Tornavo a casa da scuola e voilà il mio letto era al posto dell'armadio! il comodino era dietro la porta e la scrivania in mezzo alla stanza! Si poteva fare perchè i mobili erano pochi e staccati (non come le camerette serie, attrezzate, magari sulla parete, quelle che così rimangono fino a che non crollano). Ogni settimana i mobili giravano! era bellissimo! Tornavo a casa tutta contenta e piena di aspettative ed emozione! Già perchè un mobile girato fa girare anche l'umore! Deriverà da questa la mia tendenza alla reversibilità? alla seconda scelta? alla garanzia soddisfatti o rimborsati? Dov'è la psicologa di Vanity Fair quando ce n'è bisogno???!!!
Comunque, dicevamo, sto studiando la mia sala e dopo aver fatto (in tre anni) spostare la libreria da una parete all'altra (libreria di legno massiccio fatta da mio padre), comprato un mobile per la tv ikea- trasportato- montato-maledetto la svezia- rimontato in maniera corretta- ringraziato la svezia, cambiato tappeto, spostato la poltrona, acquistato due nuove poltrone (sempre mamma ikea!), ripristinato la prima poltrona, allontanato le due precedenti, spostato la cassapanca, ecco ora ho deciso che dobbiamo fare il nuovo acquisto. In tutto questo mio marito mi ascolta (nella fase progettuale) o finge di farlo, mi lascia parlare, cerca di opporre resistenza, poi "se sei convinta tu..." E io sì! sono convinta come un garibaldino in partenza da Quarto, decisa, spavalda "tigiuro tigiuro tigiuro sono convinta, convinta, convinta, questo è l'ultimo!" . Tempo 4 mesi e ricomincio a meditare...
Ora sto meditando sul far sparire una poltrona per accogliere la POLTRONA SACCO! e vai di siti, di e-bay, di forum, di you tube...sarà un ospite fisso della mia casa o, come fantozzi insegna, si rivelerà talmente scomoda da essere ceduta al mercatino dei poveri? supererà i 6 mesi?
e poi, la finirò mai di spostare i mobili?
e poi, sarò mica l'unica con 'sta fissa?
e poi, sarò mica l'unica che non demorde non demorde non demorde, neppure di fronte all'evidenza?

8 commenti:

  1. Io vorrei vivere all'ikea solo per potermi rifare casa due volte al mese quando cambiano gli allestimenti!
    La poltrona a sacco piacerebbe a Belvetta e infatti credo che prima o poi la avrà :-)

    RispondiElimina
  2. Rilassati, non sei l'unica! Vorrà dire che faremo terapia di gruppo, all'ikea naturalmente!
    Anch'io sposto, e ultimamente ce l'ho col tavolo della cucina. Se mio marito mi desse retta, butterei giù anche qualche muro!
    Però il sacco mi ha sempre dato l'idea del fantozziano, appunto! Ma non hai modo di provarlo prima di acquistarlo???

    RispondiElimina
  3. Oh pure io.
    Da piccola, il sabato a mezzogiorno al rientro da scuola non era raro trovare i mobili girati in sala e in cameretta.

    Al momento ho alcune priorità in casa.... che non riesco a soddisfare:
    -imbiancare
    -cambiare forno, fornello, lavello e lavastovigie
    - cambiare lavatrice
    -cambiare lavandino del bagno

    E con mio marito è come col tuo: mi ascolta, sbuffa, arruffa una o due frasi qua e la nel discorso, e poi mi dice... dai, fai tu, come vuoi tu mi va bene....

    GRRRRR!!!!!!

    RispondiElimina
  4. @mammachetesta, trimamma: l'ikea è una droga: tempo qualche anno e ci troveremo sedute in cerchio in un gruppo di mutuo aiuto per disintossicarci, del genere "ciao, mi chiamo Francesca e non vado all'ikea da tre giorni!" e tutte le altre che applaudono...
    @puffola: in verità non mi dispiace lo scarso interesse del marito, a me piace interpretarlo come carta bianca! e per essere sincera una volta ha voluto dire la sua su un possibile nuovo rivestimento del divano e ha proposto dei colori terrrribbbili!

    RispondiElimina
  5. Io devo ringraziare la distanza che c'è tra casa mia e Ikea con il relativo traffico... altrimenti starei molto peggio... Ora urge una brandina... sono giorni che ripeto a mio marito che all'Ikea costa pochisssimooo e ci dovremmo proprio tornare... non sono sicura di convincerlo... Ma tanto so che una volta entrati nella nuova casa... gli tocca!!!! Evviva!!!

    RispondiElimina
  6. non potendo diventare più alte, con gli occhi azzurri, tigri del materasso etc, e non potendo aggiungere dettagli sexy ai mariti, che ci rimane? spostare i mobili, ovvio!
    sono con te sorella, sono con te.

    :)

    RispondiElimina
  7. @tatina: ma se non ricordo male, tu sei reduce da una scorpacciata ikeana! e poi hai un'intera casa da arredare! che goduria!
    @nuvole: vai sorella! con questo slang molto ggiovane!

    RispondiElimina
  8. Sì ci sono stata da pochissimo ma mi manca .... Ah se mi manca!!! Non vedo l'ora di avere casa nuova soprattutto per questo ... per ora sfoglio, sfoglio, sfoglio il catalogo!!!!

    RispondiElimina

Che te ne pare? Ne parliamo un po'?

Lettori fissi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I miei cuccioli...

Lilypie Second Birthday tickers

ho perso il contoooo!!!