mercoledì 20 giugno 2012

Tre punti a mio sfavore

immagine tratta dal web
Arieccomi! la fine della scuola ha coinciso con l'inizio di un periodo un po' strano...Non ho più impegni lavorativi (non che ne avessi avuti davvero tanti, ma il pensiero alla scuola ci andava sempre, al di là delle ore fatte davvero in classe) e i bimbi fino a fine  mese sono impegnati alla mattina al nido e alla scuola materna. E così mi sento dentro a dei nuovi panni: mi sento un po' adolescente di nuovo e gironzolo con la testa fra le nuvole, persa nel godermi questi brandelli di libertà. Brandelli, certo: perchè la casa c'è, la spesa pure, le commissioni anche...ma non mi lamento, non mi lamento neppure del caldo. Riassaporo ricordi del passato.
In più, sicuramente le due gravidanze hanno dato una botta definitiva ai miei risicati neuroni, per cui se 20 anni fa ero un'adolescente briosa,ma ragionevole; ora sono una tardo adolescente di ritorno con un ricco parterre di incongruenze e comportamenti border line.


 Per dire: avevo bisogno di un paio di scarpe. Oddio, proprio bisogno no. Non è la parola adatta. Ma certo mi avrebbe fatto piacere avere un paio di scarpe nuove, ecco così è più realistico. Con la zeppa.  Ma io in alto non ci so stare. Neanche se c'è il platò (non ho voglia di andare a cercare come si scrive, perdonatemi!). Vorrei una zeppa altezza nonna. Ma con la fantasia ggiovane, come sono io! La commessa, una brasiliana dalla cadenza musicale e festosa, riesce a convincermi a portare a casa un paio di zeppe altissime "Ma sciono comodisscime!", con un cinturino miserrimo che neanche ci prova ad abbracciare la caviglia, il vile! Torno a casa e le riprovo. 5 secondi netti e mi fanno già malissimo! è record! ma sono caparbia e io le domerò. Così opto per l'ammaestramento graduale: tutti i giorni me le metto un pochino. Per stare in casa. Quando faccio i mestieri. E così mi ritrovo a passare l'aspirapolvere con il gonnellino a balze (fa troppo caldo per i pantaloni!) e la zeppona. Mi sento a metà fra una pubblicità degli anni 50 e un filmino della Fenech.


 Per dire: su trashic hanno parlato dell'hula hoop. Io ho guardato la mia ciccetta molle che staziona tutt'intorno all'ombelico e con la voce di Pannofino le ho detto che i tempi erano maturi e che la mia libertà doveva attraversare la sua eliminazione. Poi mi sono infilata dentro l'hula hoop e mi sono messa ad ondeggiare. Guardando le repliche di casalinghe disperate. A volte con le zeppe ai piedi.  Questo fa molto casalinga disperata!


 Per dire: sono entrata in un negozio di intimo e come colta da un raptus ho afferrato qualsiasi cosa, poi la provavo  e non mi piaceva. MA al posto di andarmene pensando che il suddetto negozio nulla avesse capito del corpo delle donne, continuavo ad arraffare roba, a provarla e a scartarla. Poi ho capito cos'era: il bello che mi conquistava non era la merce, ma l'odore. C'era nel negozio un odore meraviglioso, talmente inebriante da ottenebrare i miei piccoli neuroncini e spingermi a acquisti compulsivi. Fortunatamente l'odore non arrivava nei camerini e lo specchio scioglieva i miei ardori. Comunque un profumo fantastico, che, mi ha rivelato la proprietaria, è quello della linea del negozio e che viene spruzzato perennemente da dei diffusori ad hoc. Dei geniiiiii!!!! Non ho comprato il profumo solo perchè avevo già fatto bottino, ma continuo a risprofondare il naso nei capi che ho preso per riassaporare la fragranza. Fa molto pervertita.

Ecco tutto ciò non depone a mio favore e mi auguro che mai e poi mai qualcuno possa impugnare questa paginetta contro di me! Anche perchè sarebbe davvero un vincere facile!

9 commenti:

  1. Immagino tuo marito che rientra prima a casa e ti ritrova a fare pulizie con la gonnellina e le zeppe! :D

    RispondiElimina
  2. accidenti, non avevo valutato questa possibilità! la sai lunga tu....;)

    RispondiElimina
  3. Quanto ti fanno bella questi tre punti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sposami!

      scusami...mi sono lasciata prendere la mano!

      Elimina
  4. Punto 1: resisti e vedrai. Se ti abitui poi la zeppa non la abbandoni più (vedi mio post odierno...........)

    Punto 2: esercizio impareggiabile per gli addominali. io lo faccio su wii, che non è la stessa cosa ma almeno non devo fermarmi ogni 2 secondi a raccogliere il cerchio caduto..........

    Punto 3: Tezenis??? :-)

    RispondiElimina
  5. Tezenis! mi hai beccato! allora è una strategia diffusa!

    RispondiElimina
  6. Tezenis! mi hai beccato! allora è una strategia diffusa!

    RispondiElimina
  7. Che scene, a immaginarle mi vien da sghignazzare!;-)

    RispondiElimina

Che te ne pare? Ne parliamo un po'?

Lettori fissi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I miei cuccioli...

Lilypie Second Birthday tickers

ho perso il contoooo!!!